Trekking e passeggiate a Ledro

Trekking e passeggiate a Ledro

Ami fare trekking e passeggiate all’aperto? Sei in valle di Ledro e vorresti proprio cimentarti in un po’ di sano sport? O semplicemente sei arrivat@ qui e non sai che fare? Ecco qui una guida che potrà esserti utile durante il tuo soggiorno a Ledro (qui invece ti lascio alcune altre idee che potrebbero interessarti).

La Ponale
Ponale

Innanzitutto devi sapere che qui a Ledro, trekking, passeggiate e escursioni sono di casa, grazie alla magnifica palestra naturale in cui ci si trova!

La Valle di Ledro si colloca infatti su un dislivello naturale di 2000 m, il ché permette non solo la possibilità di ammirare tutto lo splendido panorama offerto dalla natura circostante, ma anche di fare percorsi in base alla stagionalità e alle esigenze di ciascuno di noi! Non è magnifico?

Mi è quindi sembrato meglio suddividere le varie passeggiate per livello di difficoltà, cosicché ognuno possa poi successivamente orientarsi in base alle proprie esigenze e al personale livello di allenamento.

Passeggiate tranquille (la classiche passeggiate della domenica, dopo una bella mangiata di polenta di patate):

Di questa categoria fanno parte:

  • il giro del lago, percorso completamente pianeggiante che offre stupendi panorami in tutte le stagioni;
  • la Val Concei, rilassante passeggiata tra i prati della Val Concei, completamente immersa nella natura e nella tranquillità;
  • Pur, località sita vicino a Pieve di Ledro. Pur, oltre ad essere la località vicino al lago più tranquilla e meno trafficata, offre una fantastica attrattiva, la Ledro Land Art; ovvero un vero e proprio museo naturale all’aria aperta, che vi consigliamo fortemente!
foto del lago da pur
Il Lago di Ledro da Pur

Passeggiate di media difficoltà (quelle che puoi fare tranquillamente se sei allenato. Se invece sei un tipo da divano, potrebbero causarti ahimè qualche fatica!):

  • Partendo da Pieve di Ledro si passa per Bezzecca, Tiarno di Sotto per arrivare poi a Tiarno di Sopra, attraversando così 9 km di pista ciclo-pedonale, attraverso percorsi dedicati o strade secondarie. Il punto di arrivo è il Lago d’Ampola, un piccolo biotopo che costituisce una delle riserve naturali della provincia di Trento;
  • Punta Larici, trekking abbastanza in salita (anche se non così in salita) ma breve; alla fine della quale si può ammirare un fantastico panorama sul lago di Garda. La partenza questa volta avviene da Pregasina.

Passeggiate per i pro

Non soffri di vertigini e hai una resistenza alla fatica degna di un Highlander? Non ti preoccupare, ci sono percorsi anche per te:

  • Il giro che va dal Monte di Pichea al Monte Cadria (sconsigliato per chi soffre le vertigini, visto il livello di altitudine attorno ai 2.000 m o più). Ciò che più piace di questo percorso è la sua valenza storica: si ripercorrono infatti molte trincee austriache risalenti alla Prima Guerra Mondiale.
  • “Asset” Pieve – Monte Corno: famoso per la sua vista a 360° su tutta la Valle di Ledro, il Monte Corno è raggiungibile attraverso un percorso molto suggestivo che parte da Pieve di Ledro. Sei un po’ pigr@ e vuoi goderti la vista senza troppe fatiche? Bene, ho la soluzione anche per questo: guida fino a Tremalzo e parti da lì, così ti risparmierai un bel po’ di tempo e fatica!
  • Cima Parì, il must-have delle foto social di tutti coloro che passano dalla Valle di Ledro. Il percorso più duro, ma che regala decisamente una vista spettacolare. Cima Parì si può raggiungere da Pieve di Ledro oppure più comodamente da Malga Trat lungo il Senter de le Vache.
foto paesaggio ledro
Cima Parì

Eccoci, questi sono stati alcuni spunti per delle escursioni di trekking e delle passeggiate a Ledro. Se però avete bisogno di maggiori informazioni potete consultare il sito del Consorzio per il turismo di Ledro (APT).

Buona passeggiata! 🙂

Alessia Tarolli

Questo articolo ha un commento

I commenti sono chiusi.